The Battle of Bijlmer

The Battle of Bijlmer is an event that took place on the 2nd of October 2015 at the nr. 42 of Florijn in Amsterdam-Zuidoost during the artist in residence program at BijlmAIR (CBK, FLAT STATION and STEDELIJK MUSEUM BUREAU AMSTERDAM).
The event, a contest of freestyle-rap, has been realized through an open-call for rappers from the neighborhood of Bijlmer and from other areas of the city. Rappers of different nationalities and origins responded to the open call and challenged each other in a rap battle, with the only limit of using their native language in the competition. The battle was based on improvised rhymes and ended with a winner appointed by the audience.
About 86.000 people cohabit in the Bijlmer, a densely populated area of Amsterdam Southeast. Only the 30% of the inhabitants is Dutch, while the rest of the people is split into 130 different nationalities that share buildings, schools, sport stadiums, supermarkets and music.

BIO
Enrico De Napoli, in arte Ryts Monet, born in Bari in 1982, lives and works in Venice and Vienna. He studied at University IUAV of Venice, where he graduated Visual Arts with Nicolas Bourriaud as thesis’ supervisor. He is currently Professor in the Faculty of Visual Arts at University IUAV of Venice.
Residencies: Fondazione Antonio Ratti, Como; RAVI, Liège (2016); BijlmAir, a residency program of Stedelijk Museum Bureau, Amsterdam, (2015); Tokyo Wonder Site, Tokyo (2013); Fondazione Bevilacqua La Masa, Venice, Fondazione Spinola Banna, Torino (2012).
Art Prizes: winner of Premio Celeste (section Sculpture, Installation and Performance) 2013.

His work has been exhibited in Kunsthaus Graz; Stedelijk Museum Bureau Amsterdam; PAN, Napoli; KUMU Art Museum, Tallinn. He was present in the 54th Venice Biennale, with a performative event in the Denmark Pavilion and in the group show Baton Sinister, Norvegia Pavilion curated by Bjarne Melgaard and OCA Norway.

Since 2016 he collaborates with Galleria Michela Rizzo, Venezia.


The Battle of Bijlmer è stato un evento che si è tenuto il 2 ottobre 2015 al civico n.42 del Florijn nel quartiere di Amsterdam-Zuidoost, durante il programma di residenza per artisti BijlmAIR (CBK, FLAT STATION and STEDELIJK MUSEUM BUREAU AMSTERDAM).
L’evento, un contest di freestyle-rap, è stato realizzato tramite un’open call rivolta ai rapper del quartiere di Bijlmer e delle zone circostanti, di qualunque nazionalità e origine. Questi hanno risposto alla chiamata per sfidarsi l’uno contro l’altro in rima improvvisata fino al raggiungimento di un vincitore decretato dal pubblico, con l’unico vincolo di utilizzare ciascuno la propria lingua nativa durante la competizione.
A Bijlmer, quartiere densamente popolato di Amsterdam, convivono circa 86.000 abitanti, di cui solo il 30% è di nazionalità olandese e il restante appartiene a 130 nazionalità diverse. Gli 86.000 abitanti di Bijlmer condividono palazzi, scuole, campi sportivi, supermercati e musica.

BIO
Enrico De Napoli, in arte Ryts Monet, è artista visivo. Nato a Bari nel 1982, vive e lavora tra Venezia e Vienna. Si laurea in Arti Visive e dello Spettacolo presso l’Università IUAV di Venezia con Nicolas Bourriaud come relatore di tesi. Attualmente conduce il Laboratorio di Arti Visive 1 presso il Corso di laurea in Design della moda e Arti multimediali presso la stesso istituto.

Negli ultimi anni Ryts Monet ha preso parte a numerosi programmi di residenza per artisti, quali FAR presso la Fondazione Antonio Ratti, Como (2016); RAVI, Residences Ateliers Vivegnis International, Liège (2016); BijlmAir resindecy presso CBK, Flat e Stedelijk Museum Bureau, Amsterdam, (2015); Tokyo Wonder Site, Tokyo (2013); Fondazione Bevilacqua La Masa, Venice, Fondazione Spinola Banna, Torino (2012).

Nel 2013 è stato vincitore della X edizione del Premio Celeste, nella sezione Scultura, Installazione e Performance, con l’opera ‘Black Flag Revival’. Ha partecipato a numerose mostre in Italia e all’estero presso musei e spazi espositivi, tra cui Kunsthaus Graz (2016); Stedelijk Museum Bureau, Amsterdam (2015); PAN, Palazzo delle Arti di Napoli (2013); 15th Tallinn Print Triennial presso KUMU Art Museum. Ha partecipato con un evento performativo presso la 54^ Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia presso ‘Osloo Floating Pavilion’ del Padiglione Danimarca e alla mostra collettiva ‘Baton Sinister’ presso il Padiglione Norvegia, curata dall’artista Bjarne Melgaard e OCA, Office for Contemporary Art Norway.

Dal 2016 collabora con la Galleria Michela Rizzo di Venezia.